L'ATLANTE DELLE MISURE GENERAZIONALI

Per “Atlante delle misure di contrasto al divario generazionale” si intende in questa sede la mappatura degli interventi adottati annualmente dal legislatore per ridurre l’emergenza sociale ed economica in corso tra le nuove generazioni e garantire il raggiungimento della loro piena maturità economica e sociale nel medio-lungo periodo.
Più nello specifico, l’atlante si concentra non solo sulle novità normative rivolte agli under 35 e introdotte nel corso dell’ultima Legge di bilancio in materia di formazione, occupazione, imprenditorialità e inclusione sociale, ma anche sulle variazioni (espansive o restrittive) di misure preesistenti, in termine di target o di risorse allocate.

In linea con i precedenti Rapporti, l’Atlante delle misure di contrasto al divario generazionale rileva due tipologie di interventi:

  • le “Misure generazionali”, che comprendono tutti quei provvedimenti idonei, a vario titolo, ad incidere sul divario generazionale in quanto rivolti direttamente ed esclusivamente ai giovani under 35;

  • le “Misure potenzialmente generazionali”, che non perseguono necessariamente finalità di natura generazionale, ma che ciò nondimeno possono incidere positivamente sul target giovani perché una parte significativa dei potenziali beneficiari è tale.

 

Prendendo come riferimento l’orientamento dell’ILO in materia, sono individuati quattro ambiti tematici di intervento:
– misure di orientamento e di sostegno alla
formazione;
– misure di sostegno al lavoro e alla
sicurezza sociale;
– misure per l’autoimpiego e l’
imprenditorialità giovanile;
– misure d’
inclusione sociale, per la famiglia e la questione abitativa.

Quest’anno, tuttavia, alla luce degli imponenti investimenti messi in campo dal PNRR, in particolare per la ripresa e la resilienza del Paese, si è voluto restringere il campo delle misure generazionali, escludendo da queste tutti quegli interventi non specificamente rivolti alla riduzione del divario generazionale ma piuttosto volti ad affermare o riaffermare diritti costituzionalmente garantiti.

Con questa logica, dall’Atlante sono state quindi escluse le misure che assicurano i servizi di base per il cittadino, nell’ambito della sanità (art. 32, art. 33 e art. 34 Cost.), del lavoro dignitoso (artt. 35-37 Cost.), della mobilità (art. 16 Cost.), dell’istruzione (art. 34 Cost.), e come tali destinate alla salvaguardia di diritti fondamentali dei cittadini nel loro complesso assicurati dalla Costituzione. Misure che, invece, sono state mantenute per la valutazione del PNRR condotta nel Capitolo 3 del Rapporto 2021, in coerenza con l’ambito di applicazione del Pilastro (f) del Reg. 241/2021.

Dalle misure generazionali sono state inoltre escluse quelle con target riservato agli under 15, perché ritenute afferenti alle politiche per l’infanzia e non a quelle giovanili.

Nello specifico, per il 2021 l’atlante si compone di 39 misure di cui 16 di natura generazionale, in quanto rivolte direttamente al target specifico, rappresentato dai giovani under 35.
Le restanti 23, invece, comprendono i principali interventi destinati non direttamente alle nuove generazioni, ma aventi impatto “potenzialmente generazionale” o “non generazionale”.
Risorse programmate nel 2021 in milioni di euro per misure generazionali
Risorse 2021 per misure generazionali.png

Fonte: IV Rapporto Divario generazionale 2021

Distribuzione delle misure generazionali per importo complessivo - Comparazione 2021-2019
Distribuzione misure generazionali 2019-2021.png

Fonte: IV Rapporto Divario generazionale 2021